6 CONSIGLI PER FAR FUNZIONARE IL TUO GRUPPO WhatsApp!

Non è la prima volta che parliamo di gruppi Whatsapp in questo blog.
Immagino che questo periodo, in particolar modo, sarà stato per voi molto “caldo” in alcuni gruppi e talvolta faticoso da affrontare.
La realtà è che la comunicazione online stanca e rende tutto più complicato.
Di seguito riportiamo la nostra nuova infografica sul tema, che non è altro che il riassunto dei risultati dei nostri laboratori analogici sui gruppi WA proposti in questi anni d’incontri:

Il non presentarsi in chat rimane uno dei più grossi problemi. Che ci crediate o meno, su alcuni gruppi in cui sono stata inserita e che sono attivi da anni, ho ancora numeri anonimi di persone che non si sono mai presentate. Personalmente evito di interagire con loro poiché ignorare chi vi sia dietro a un numero rende ancora più difficili la relazione di gruppo
Se sei un amministratore e stai facendo crescere un gruppo (anche di lavoro) questo è un aspetto da non trascurare!

L’amministratore diventa anche il mediatore negli scambi in chat!
Questa non solo è un’assunzione di responsabilità, ma un atto di cura verso il prossimo che abbiamo voluto coinvolgere nel gruppo.
Non è un ruolo facile, ma è un’esperienza formativa da provare e di sicuro un ottimo esempio per i più giovani che ci guardano (e che spesso ci osservano litigare virtualmente).

Decidere poche e chiare regole serve a contestualizzare l’ambiente digitale.            In uno spazio intangibile necessitiamo di una minima presa di coscienza su cosa esso significa per noi, delineando insieme i suoi confini.
Ad esempio, definire quali contenuti sono ammessi aiuta a diffondere meno le fake news, le odiose catene, ma soprattutto pensare alle fonti alle quali ci rivolgiamo per le nostre condivisioni.
Tutto ciò non può che giovare alla nostra immagine sociale oltre che a livello personale.

Le regole di buona educazione servono per ricordarci che cosa accade quando superiamo i confini citati qui sopra.
Quante volte ci troviamo spettatori di violenti scambi, impassibili antagonisti di situazione scomode che possono essere contenute e riportate su toni più sfumati e consapevoli?
L’assenza di regole non ci permette nessuna azione d’intervento lasciando che le emozioni travolgano senza dare l’opportunità di accoglierle, superando insieme l’attimo.

Non inseriamo nei gruppi persone senza prima averle avvisate e aver ricevuto da loro risposta!                                                                                                                                   Non è una modalità rispettosa e l’idea che si dà è quella di “calpestare” il prossimo.

– Ultima, ma non per importanza: tutto ciò che condividiamo in un gruppo si salva automaticamente nei dispositivi di tutti i suoi membri, perdendone la sua proprietà esclusiva.
È davvero necessario condividere immagini di vita privata quando esistono norme e leggi sulla privacy (anche dei nostri figli)?

Che ne pensate?
Se ritenete utile condividere la nostra infografica o se volete lasciare una vostra testimonianza in un commento ve ne saremo grate!
Vale anche se lascerete un suggerimento su quale tema vi piacerebbe fosse affrontato sul blog!

Alla prossima…

 

Infochatdi gruppo

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...